Lorenzo Malaspina

Uomo anziano e gracile, affetto da una grave forma di emofilia.

Lorenzo di Malaspina amministra la Contea di Acquardente nell'Etruria centrale. Nella vita privata conduce esperimenti alchemici, nella speranza di poter guarire la malattia ereditaria di cui è affetto. La formula, imperfetta, gli è stata sottratta da alcuni membri delle Lame, uomini di Giovanni Mestiere, per mescere una pozione in grado di trasformare un comune combattente in un super-soldato in grado di rigenerare le ferite. Ha avuto rapporti di conoscenza con il geniale Leonardo; pare che proprio quest'ultimo sia stato in grado di completare la formula.

Poiché costretto a bere sangue per rinforzare le difese del corpo, il popolo di Acquardente lo crede un vampiro.