Lame

Le Lame sono un'organizzazione segreta devota all'Impero. La loro missione è preservare l'equilibrio delle forze interne all'Impero, mantenendo le province sotto il saldo controllo dell'Imperatore. Alcune Lame sono uomini o donne che dedicano la loro stessa vita alla causa dell'ordine, altri conducono la propria esistenza a stretto contatto con l'ordine, fornendo ad esso sostegno sociale, politico e militare, informazioni e denaro; perciò, essere una Lama non significa necessariamente essere una spia al soldo dell'Impero. Proprio per il fatto che Le Lame sono un'organizzazione segreta, non possiedono delle rappresentazioni locali, né un quartier generale. Tuttavia, l'ordine è organizzato in una solida gerarchia, al vertice della quale si trovano i Maestri.

L'ordine è soggetto alle influenze dei suoi sostenitori più potenti e dei Maestri, e più volte è accaduto che i suoi membri anteponessero i propri interessi personali al ferreo regolamento dell'ordine stesso e dei suoi principi: l'ordine ha agito contro la persona dell'Imperatore e sottraendogli il figlio ancora in fasce. L'avvento di Giovanni Mestiere ha rivelato quanto fossero labili i saldi principi su cui l'ordine si fondava: durante la sua ascesa al potere, le Lame si divisero in due schieramenti opposti, e con la sua caduta - e la disgregazione dell'Impero - l'ordine si sciolse definitivamente.